Mercallo fino a poco tempo fa era anche detto “dei sassi” per la presenza di enormi massi erratici. Il nucleo abitato è infatti circondato dalla zona a lago paludosa e da boschi che crescono su terreni particolarmente rocciosi. Uno scenario suggestivo, ottimo per escursioni piacevoli che si possono concludere proprio lungo le rive del lago di Comabbio. Un sistema di sentieri si snoda tra dolci colline in cui fanno capolino megaliti, tra boschi di castagno, conifere ed altre piante tipiche della flora del lago Maggiore. I massi erratici documentano un fenomeno geologico di estrema rilevanza che ha avuto origine circa 60.000 anni fa: nel corso di varie glaciazioni, infatti, materiale detritico proveniente dalle montagne del Sempione e del Gottardo fu trascinato a valle dai ghiacciai. Durante il ritiro e lo scioglimento di queste grandi distese di ghiaccio, che giunsero a ricoprire fin quasi le vette delle montagne circostanti, questi enormi massi rimasero in loco, depositandosi e caratterizzando il paesaggio.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.