Reno, piccola località del comune di Leggiuno, famosa per la sua spiaggetta, frequentatissima durante la bella stagione da turisti italiani e stranieri che vogliano trascorrere una giornata in riva al lago con una cornice paesaggistica di tutto rispetto. Una delle poche spiagge di sabbia del Lago Maggiore, che per questa sua caratteristica è particolarmente ambita dai bambini! Ma Reno ha anche un’assonanza con….remo! Gli stessi remi utilizzati dagli atleti della storica società di canottaggio locale. La specialità è quella del sedile fisso, una delle più dure e massacranti, a detta degli addetti ai lavori; ma viene praticato anche il sedile scorrevole. Lo Sport Club Renese fu fondato nel lontano 1946 e partecipò addirittura al primo campionato italiano assoluto di canottaggio nel 1953, vincendo il titolo italiano l’anno successivo. Un’eccellenza del territorio, se si pensa che in 70 anni di storia sono quasi un centinaio i campionati Italiani vinti. Rimane forte la rivalità con l’altra società di canottaggio leggiunese, quella di Arolo. Entrambe le realtà hanno infatti sfornato campioni ed è forte lo spirito agonistico tra questi due borghi, separati ed uniti dalla sacra presenza dell’Eremo di S.Caterina, che si trova tra di essi.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze

IL REMO

PER PERSONE COME ME CHE SONO NATE NELL\'ACQUA, E CHI MI HA GENERATO PRIMA DI ME, L\'ACQUA ED IL CANOTTAGGIO SONO COME IL RESPIRARE. SONO NATURALI. MOLTO SPESSO TORNO TARDI DAL LAVORO E SCENDO AL LAGO, ANCHE CON IL BUIO, APRO IL FINESTRINO. PRENDO UNA BOCCATA D\'ARIA E POSSO TORNARE A CASA COME AVESSI SALUTATO UN AMICO. LUI E ED IL MIO SKIFF MI HANNO LENITO LE FERITE NEI MOMENTI PIU\' DURI CHE HO VISSUTO. SUL LAGO E LA MIA BARCA HO VISSUTO MOMENTI CHE PORTERO\' DENTRO DI ME TUTTA LA VITA. PIERO

  • 1