Fuori dal paese costeggiando il torrente Poaggia salendo in direzione del Monte Orsa ci si imbatte in uno spiazzo da cui si comincia a percorrere una trincea dotata di camminamenti aperti e in caverna oltre che diverse piazzole per artiglieria. Il complesso, a forma di “V” rovesciata inizia sulla cresta a sud-ovest della cima dell’Orsa e termina sopra Saltrio al cosiddetto “Prà dal Crocifiss”. E’ la testimonianza impressionante di uno sforzo immane, sostenuto in massima parte da operai civili e che ha certamente influenzato i piani militari degli Imperi Centrali. Le opere sono in massima parte accessibili a tutti. La necessità di costruire i manufatti in posizione dominante per ragioni militari, oggi regala agli escursionisti terrazze e piazzole con panoramiche mozzafiato a picco sul lago e la catena alpina. Una giornata indimenticabile, in un monumento storico all’aperto ed una esperienza di “geografia dal vero” in piena natura. è questa la linea Cadorna, una linea difensiva lungo tutto il confine italo-svizzero nata dalla necessità di scoraggiare un attacco in direzione della Lombardia. Agli inizi della Prima Guerra Mondiale (1915-1918) pertanto anche in questo territorio venne costruito un sistema di difesa con tre caposaldi fortificati sul monte Grumello, sul monte Orsa, dotato di 6 postazioni per cannoni da 146 cm orientati a ventaglio verso il ramo occidentale del lago di Lugano, e sulla cima del monte Pravello.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.