Fra il massiccio del Campo dei Fiori e del Monte Martica, sorge il piccolo borgo di Brinzio: unico comune del Varesotto completamente inserito nel Parco Naturale del Campo dei Fiori. Proprio all’interno del Parco è possibile osservare il masso erratico di Brinzio, uno dei monumenti naturali più rilevanti. Il territorio di Brinzio era già noto ai tempi dei romani, come testimoniano alcuni ritrovamenti di vasi e monete. In passato era frequentato soprattutto da pastori che conducevano le loro greggi nei prati circostanti e qui producevano il formaggio. Il borgo di Brinzio si distinse tuttavia per la castanicoltura: una tradizione produttiva, in parte ancora attiva, le cui testimonianze sono rinvenibili nel Museo della Cultura Rurale Prealpina. Il centro storico, ricco di suggestivi scorci e dalle stradine strette e tortuose, con la pavimentazione originaria in ciottoli, conserva ancora lo stile architettonico tipico dei borghi agricoli lombardi con rustici a cortile che consentivano di concentrare in un’unica costruzione abitazione, stalla, fienile e granaio. Brinzio è oggi una piacevole località di villeggiatura frequentata sia in autunno ed inverno, per la raccolta di funghi e castagne, per la pesca o per lo sci di fondo, sia nei periodi estivi, offrendo ai visitatori numerose attività di escursionismo fra i boschi e le campagne che circondano il paese.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.