Chi ama stare in mezzo alla natura, nel Parco regionale Campo dei Fiori può trovare quello che cerca. A due passi da una città frenetica come Varese c’è un’oasi naturale dove è possibile riconciliarsi con se stessi. A piedi, zaino in spalla, con gli scarponcini giusti, si possono scoprire radure, gole e paesaggi meravigliosi. Con i suoi boschi di latifoglie come castagni, frassini, tigli e faggi, abitati da caprioli e cervi, il Campo dei Fiori è un luogo adatto per lunghe passeggiate a stretto contatto con la natura, grazie all’estesa rete di sentieri dotati di segnaletica e nella maggior parte dei casi facilmente percorribili. Il parco è dotato di una Carta Escursionistica dei sentieri che sono complessivamente 21, ai quali si aggiungono alcuni percorsi tematici. Inoltre il Parco è attraversato dal sentiero E1, che parte da Capo Nord, in Norvegia, e termina in Sicilia attraversando tutta l’Europa; dal sentiero del Giubileo, che ripercorre gli antichi itinerari dei pellegrini verso Roma; dal sentiero 3V (Via Verde Varesina), un itinerario che permette di visitare i laghi e le Prealpi varesine; dall’anulare valcuviano, un percorso che partendo da Laveno consente di percorrere i luoghi più suggestivi della Valcuvia. Una meta da non perdere è l’Osservatorio Astronomico. Immerso in una fitta pineta esso si trova sulla vetta del massiccio del Campo dei Fiori e offre uno splendido panorama a 360 gradi sui laghi, la pianura e le montagne della Svizzera. Anche per chi non è uno studioso delle stelle, visitarlo sarà un’esperienza affascinante e istruttiva.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.