Le campane che ancora oggi sentiamo risuonare dal campanile della moderna chiesa parrocchiale di Cairate sono le stesse che scandivano il tempo dall’alto della torre dell’antica parrocchiale, dedicata ai Santi Ambrogio e Martino, nel centro del paese. Sono le cinque campane della ditta Barigozzi, acquistate nel 1890, in sostituzione delle tre più antiche ricordate in un documento del 1654, testimonianza di una dotazione campanaria rilevante per l’epoca e per un edificio semplice come Sant’Ambrogio. Come documentano le visite pastorali cinquecentesche, l’edificio ad aula unica aveva due cappelle dedicate a san Carlo e alla Madonna e un grande organo appoggiato alla controfacciata priva di finestre. Intorno al Settecento è documentata la ristrutturazione nelle forme che ancora oggi possiamo vedere: la facciata divisa in due da una fascia marcapiano che accentua gli effetti chiaroscurali. L’ultimo restauro dell’edificio risale al 1911 quando furono completate le decorazioni. Nel 1956 la chiesa venne abbandonata e utilizzata come deposito fino ai primi anni ottanta per poi essere sostituita dalla nuova chiesa parrocchiale nella quale ora si trovano molte parti dell’antica chiesa, tra cui l’organo e le campane. E la stessa suggestiva architettura resta lì, a guardare il borgo con il suo aspetto antico e severo, come uno scrigno che conserva al suo interno le preghiere di generazioni di cairatesi.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.