Una giovane fanciulla muta, proveniente da Coronno Ghiringhello (oggi Caronno Varesino) scese a valle in località Gornate Olona per raccogliere legna per l’inverno. Aveva sete e bevve dell’acqua dalla sorgente che sgorga nei pressi di cascina Morosina: recuperò miracolosamente la parola. Incuriositi dall’accaduto, abitanti del paese, parenti della giovane e curiosi dai territori limitrofi si precipitarono sul luogo e si accorsero della presenza, sul fondo dell’acqua, di un sasso con l’immagine della Madonna. Il torrente in questione è il Riale Madonnetta, emissario di un omonimo laghetto di natura risorgiva che alimenta il torrente Tenore. Secondo la tradizione il Santuario della Madonnetta sorge proprio dove era accaduto il miracolo; fu poi ampliato nel 1650 in occasione di una seconda grazia: un uomo la cui gamba malata guarì dopo essere stata unta con l’olio santo della cappella. Da allora si ritiene che almeno altri dieci miracoli siano avvenuti in questa chiesa rurale, fabbricata in mattoni (nelle vicinanze era attiva una fornace) e situata tra la brughiera di Gornate e i boschi del parco Rile Tenore Olona (RTO). Il Santuario, lontano dal centro abitato, è completamente immerso nella natura e nel silenzio, tanto che per raggiungerlo è necessario percorrere una strada impervia, scomoda e ripida che, tuttavia, non spaventa i “pellegrini devoti”. Questi, la domenica dopo Ferragosto, affollano i prati circostanti per ricordare i miracoli avvenuti.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.