Nella graziosa località dal nome un po’ strano, Brugora di Besana, nel cuore della Brianza, si trova uno dei più importanti edifici religiosi di tutto il territorio, il monastero dei Ss.Pietro e Paolo. Questo maestoso complesso architettonico eretto nel 1102 dalla nobile famiglia Casati, fu destinato a ospitare un monastero benedettino femminile, soppresso poi sul finire del Settecento dalla Repubblica Cisalpina; dopo alterne vicende, nel 1907 la proprietà del monastero passò alla “Congregazione della Carità” di Besana, che ne fece un ricovero per ammalati ed anziani. Oltre al grande valore storico e religioso, questo edificio possiede anche una notevole importanza architettonica e artistica; si presenta, infatti, come un edificio in stile romanico con rifacimenti barocchi, come moltissimi altri edifici del territorio. Nel chiostro, in quello che un tempo fu il refettorio, si è conservato un affresco cinquecentesco attribuito alla scuola del Bergognone, uno dei principali artisti lombardi della seconda metà del Quattrocento, attivo a lungo presso la Certosa di Pavia. Si tratta di una Crocifissione, tema ricorrente all’interno dei refettori conventuali. Sono passati secoli, cambiati i proprietari e anche la destinazione attuale non è quella originaria (da convento di monache a casa di riposo); ma questo enorme complesso conserva ancora la sua originale bellezza, che merita assolutamente di essere ammirata.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.