Il Museo d’Arte Contemporanea di Lissone apre i battenti nel 2000 ma è frutto di una lunga tradizione partita già nel dopoguerra che vede il paese brianzolo avanguardia dell’arte moderna. L’edificio, che è già opera in se, offre 1700 metri quadrati di esposizione e nasce dalla riqualificazione delle aree della stazione ferroviaria di Lissone-Muggiò. La composizione allude a un grande oggetto in movimento e si ispira alla corrente architettonica del razionalismo. Ampie superfici vetrate apribili ai lati del museo configurano un percorso espositivo che si dilata dall’ambiente interno verso gli spazi lastricati e alberati all’aperto. Quadri ed altre installazioni artistiche possono occupare senza soluzione di continuità sia le superfici interne sia quelle esterne. Al termine del percorso di visita, al piano superiore, è possibile nuovamente uscire all’aperto su un terrazzo. Il Museo d’arte contemporanea di Lissone ospita un ampio nucleo di opere derivanti dalla straordinaria avventura del Premio Lissone storico (1946-1967). Sostenuto dalla più qualificata critica internazionale il Premio Lissone divenne negli anni Cinquanta e Sessanta un vero e proprio punto di riferimento per le più avanzate ricerche artistiche a livello internazionale, anticipando a volte persino le scelte di importanti esposizioni quali, in primis, la Biennale di Venezia.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.