Tra le colline di Bosisio Parini una villa domina sovrana il lago di Pusiano: è villa Appiani, gemma preziosa in mezzo al verde. La sua storia ha inizio più di 300 anni fa, quando l’amena posizione di Bosisio, celebrata da Giuseppe Parini, attrasse l’attenzione di famiglie aristocratiche milanesi e lombarde, che qui costruirono ville lussuose immerse in grandi parchi come dimora o abitazione di villeggiatura. Villa Appiani fu a lungo frequentata dal più noto dei membri dell’omonima famiglia, Andrea (1754-1871), l’artista neoclassico noto per essere stato il pittore ufficiale di Napoleone Bonaparte. Quando riusciva a prendere una pausa dagli impegni sempre più pressanti (nel 1804 era a Parigi, per l’incoronazione di Napoleone a imperatore dei francesi e nel 1808 era impegnato a raccontare sulle pareti di Palazzo Reale a Milano l’Apoteosi dell’imperatore) si rifugiava a casa della sorella Angelina, proprietaria di Villa Appiani, e si ricreava nell’immenso parco, spesso in compagnia del più anziano Parini: per ricordare l’amicizia nel giardino della villa nel 1840 sono state poste due stele neoclassiche raffiguranti i busti di entrambi. Il nucleo originario della villa, dalla struttura semplice, ha subito aggiunte e integrazioni, e il prospetto sobrio di età neoclassica è stato trasformato con decorazioni di tipo geometrico/fantastico che ricordano un po’ l’epoca romantica che si respira a pieni polmoni aggirandosi tra le maestose sale.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.