Salendo da Ballabio verso i Piani dei Resinelli si incontrano panorami bellissimi, inaspettati. E’ la strada che conduce ai piedi della Grigna. Le sagome di questi due giganti della Valsassina, la Grigna e la Grignetta sono inconfondibili e fanno compagnia al viaggiatore che esplora il lecchese e la Brianza. Due paradisi per gli scalatori che vogliono raggiungerne le vette, ma anche per chi ama semplicemente passeggiare sui sentieri ai loro piedi. La Grigna è interessante per i suoi percorsi geologici e paleontologici; da Primaluna e da Pasturo facili passeggiate permettono di raggiungere rifugi a mezza costa. Lo stesso si può dire dei sentieri che partono dai Piani dei Resinelli per la Grignetta. Tuttavia queste montagne, dall’aspetto famigliare, ma roccioso e severo, non vanno sottovalutate. Una canzone dipinge la Grigna come una crudele guerriera, che fece uccidere dalla sua sentinella un cavaliere suo innamorato. Per punizione la guerriera venne trasformata da Dio in una montagna, la Grigna appunto, e la sua sentinella nella Grignetta. Questo a testimonianza del timore degli alpinisti per queste montagne severe ma affascinanti.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.