Il “capoluogo turistico” della Valsassina. Con questo titolo ci si riferisce al comune di Barzio. Merito soprattutto della fama dei Piani di Bobbio, splendida località sciistica raggiungibile in funivia. Il titolo tuttavia appare riduttivo se ci si addentra tra i vicoli del paese alla scoperta del borgo antico. Incastonato nell’impropriamente detto “Altopiano Valsassina”, Barzio offre una panoramica della vallata da togliere il fiato. Il suo cuore è Piazza Garibaldi con il monumento del Leone, simbolo della Valsassina e del coraggio dei suoi combattenti durante la 1^ guerra mondiale. Da qui si sviluppa il centro storico, ricco di ville e case d’epoca ancora ben conservate. Tra queste spicca anche Palazzo Manzoni, oggi sede comunale e della biblioteca e un tempo simbolo dell’ascesa dell’omonima nobile famiglia. Oasi di verde e natura, Barzio è attraversata da un torrente, la Fiumetta, che ha una particolarità di essere un piccolo Fiumelatte: come il più famoso cugino di Varenna ha un flusso intermittente, sgorgando da un sistema di canali sotterranei. Tra immense ricchezze naturalistiche, storico-artistiche e religiose, Barzio è una vera e propria pietra preziosa che fa brillare la Valsassina di luce propria.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.