Un quadro paesaggistico celebrato da poeti, pittori e scrittori. Panorami mozzafiato, vive testimonianze di lavoro, di fede e di battaglie. Casolari e campi, varietà botaniche, vigne e oliveti. Passo dopo passo, per 35 chilometri da Abbadia a Colico, il Sentiero del Viandante racchiude tutto questo e molto di più. Un cammino sterrato a mezzacosta, percorso sin dall’antichità da chi, da solo o con il proprio carico, dalla pianura voleva raggiungere il nord e viceversa. La diffusione di altre vie e la necessità di trasportare sempre più ingenti quantità di merci, ne hanno ridotto l’importanza fino a renderlo secondario rispetto alla navigazione sul lago, per poi emarginarlo definitivamente nell’era moderna con l’utilizzo esclusivo delle strade carrozzabili. Un inarrestabile duello con la natura che lo ha continuamente disturbato, senza modificarne troppo la configurazione e la continuità. Eppure l’uomo stesso se n’è sempre ricordato, prendendosene ciclicamente cura. Risorto dalla semi-dimenticanza in anni recenti, il Sentiero del Viandante è ancora disposto a farsi calpestare da noi viaggiatori del terzo millennio. Noi che, non più per esigenza materiale ma per piacere di corpo e mente, scegliamo di incamminarci lungo questo itinerario romantico.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.