Come se tentasse il più possibile di sporgersi sulle acque, Bellano vi si specchia dalla sponda orientale del lago. Fra le sue braccia si snodano vicoli e gradinate che accolgono silenziosamente, lasciandosi ammirare nella quiete. È qui, nelle piazze, che ci può imbattere nei tre principali edifici religiosi. La chiesa dei SS. Nazaro e Celso, di origine paleocristiana venne ricostruita a opera dei maestri campionesi alla metà del XIV secolo, con un’elegante facciata a fasce bianche e nere. La chiesa sorge all’entrata dell’orrido di Bellano. Poco appariscente all’esterno, la chiesa di S.Marta (di cui si hanno le prime notizie certe a metà Quattrocento) custodisce al suo interno un’opera unica nel suo genere: un gruppo ligneo del Cinquecento, composto da nove figure a grandezza naturale, raffigurante la deposizione di Cristo. Con una commistione fra classicismo ed espressionismo rappresenta una rarità da non perdere. La piccola cappella dell’eresia fu eretta durante l’epidemia di colera a metà dell’Ottocento. Edificio anche questo modesto, nasconde al suo interno vari affreschi emblematici della paura verso le eresie molto diffuse al tempo. Nelle frazioni meritano una visita la chiesa di S.Andrea a Bonzeno, del XIII secolo, che conserva uno splendido crocifisso ligneo del Duecento ed il famoso Santuario della Madonna delle Lacrime a Lezzeno, che domina il lago da un balcone naturale ed è legata ad un miracolo avvenuto alla fine del 1600.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.