Una gola naturale, cascate e grotte la cui formazione risale a 15 milioni di anni fa. Tenebre, rocce levigate, vegetazione selvaggia e, intorno, il rumore assordante dell’acqua potente che cadendo dall’alto diffonde un rombo che riempie i sensi. Qui il torrente Pioverna si trasforma nell’Orrido di Bellano, una delle mete più scenografiche e affascinanti del nostro itinerario. Leggende di misteriose forze demoniache ne alimentano ancora oggi storia: al centro di questi racconti è la torre chiamata Cà del Diaul (Casa del Diavolo), situata all’inizio del percorso che conduce all’interno della gola. Sulla sua facciata è ancora oggi visibile la figura di un satiro che con il suono del suo flauto si racconta chiamasse a raccolta streghe e veggenti per dare il via a rituali satanici e cerimonie di evocazione del maligno. Più a valle, alla foce del torrente, si trova un edificio esempio di archeologia industriale, l’Ex Cotonificio Cantoni. L’impianto contribuì alla crescita e al benessere di Bellano, delle sue famiglie e della zona, ed è oggi testimonianza di un passato industriale molto importante. Lo stabile, oggi purtroppo in stato di semiabbandono, mantiene inalterata la bellezza e la cura con le quali la famiglia Cantoni lo volle costruire a metà del 1800. Ma lo stabilimento non era solo esteticamente curato: i macchinari erano allora all’avanguardia e tra i primi in Lombardia a sfruttare la forza dell’acqua per trarne energia elettrica.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.