Un’aquila ad ali spiegate e il rombo tipico del viaggio on the road. La Moto Guzzi è oggi un’icona italiana conosciuta in tutto il mondo. Il 15 marzo 1921, due ex commilitoni della Regia Aviazione costituiscono a Genova la “Società Anonima Moto Guzzi”. Ma è dalla cantina di Carlo Guzzi (uno dei soci) a Mandello del Lario che il marchio spicca il volo. In pochi anni vengono conquistati il grande pubblico, le prime vittorie sportive e nel 1928 pure il Circolo Polare Articolo, con la Guzzi Norge. Il grande boom arriva nel dopoguerra: divenuta primo costruttore mondiale, l’azienda realizza nel 1950 la Galleria del Vento, l’unico impianto al mondo per la prova aereodinamica delle moto. Poi, nel 1970, è il momento del successo internazionale: dopo i successi nello sport e nella ricerca, la casa di Mandello conquista il settore Gran Turismo e, con l’ingresso della Guzzi California nella flotta della Polizia di Los Angeles, conquista il mondo statunitense. Da sempre il simbolo dell’aquila è orgogliosamente nel cuore dei mandellesi che ancora oggi celebrano il marchio con la Giornata Mondiale Guzzi o la Open House: l’ultima edizione del settembre 2014 ha accolto più di diecimila “Guzzisti”. Grazie a questa eccellenza il comune fa anche parte dell’associazione in rete “Città dei Motori”, che dal 2008 riunisce i comuni di interesse motoristico concentrandosi sul Made in Italy. Nell’unica storica sede operativa, è possibile visitare il Museo, con tutti i modelli che hanno fatto la storia dell’Aquila di Mandello. Un luogo totalmente affascinante e quasi ipnotico, dove si ha la fortissima percezione dello scorrere del tempo e insieme dell’orgoglio e della passione di persone che hanno saputo trasformare un prodotto “chilometro zero” in una vera eccellenza mondiale.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.