Per duecento, fra operai e impiegati, la sirena suona ancora. Fino agli anni ‘70, il suo sibilante segnale di inizio lavoro, pausa pranzo e fine della giornata, arrivava alle orecchie di un personale formato da 2500 unità.

Uomini d’acciaio (in particolare gli addetti agli altiforni) ma anche donne, specializzate nella fabbricazione di “anime”(d’altronde tale mansione non può che essere femminile!), che sul cartellino da timbrare avevano specificata la qualifica di “animista”.

Il connubio Dongo-ferro inizia a essere conosciuto già nella prima decade del XV sec. quando, su un documento, appare il toponimo “feréra”, riferito a luogo dove esistevano giacimenti ferriferi.

Capita l’importanza di questo metallo, all’apparenza povero ma utilissimo sia in pace che in guerra, varie famiglie con spirito imprenditoriale (dai Mugiasca ai Trivulzio, dai Parolo ai Robba, dai Giulini ai Mainoni, dai Rubini ai Falck) decisero di sfruttare ogni vena metallifera scoperta, cominciando a costruire fucine, forni, ferriere per la lavorazione e finitura del prodotto.

Ma è nel 1906 che le “Ferriere di Dongo”, grazie all’intraprendenza di Giorgio Enrico Falck, che fonda a Milano la “Società Anonima Acciaierie e Ferriere Lombarde” e costruisce a Sesto S.Giovanni le “Acciaierie di Sesto”, che anche questa borgata lariana entra di diritto nella storia industriale d’Italia.

Generazioni di donghesi ci hanno lavorato, studiato (all’interno esisteva una scuola professionale) ma anche praticato canottaggio, facendo della canottieri Falck una società ai vertici del mondo remiero.

Vista dal di fuori, oggi la ferriera sembra un enorme scrigno che conserva storie di migliaia di operai; qualcuno di loro, ormai in pensione, quando sente l’odierno fischio della sirena, si commuove ancora.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze

La storia siamo noi.

è qui che è cominciata la mia storia,la sirena è ancora impressa nella mia testa.....mio nonno lavorava alla falck di dongo,proveniente da sotto il monte (bg) mio papà,nato a dongo, dopo essere andato de sfroos è stato assunto alla falck.ha fatto parte della canottieri falck e dell'AVIS falck.ha sposato mia mamma di gravedona e da li.....continua... a S. Maria del Tiglio....

  • 1