Come quantità e qualità di castelli, il Lago di Como non è certo la Loira (facendo l’anagramma, però...), ma qualche maniero ben conservato ancora ce l’ha: il Castello di Rezzonico ne è un esempio.

Costruito nel 1363 dai Conti Della Torre di Rezzonico, ha la particolare caratteristica di essere un “castello recinto”, ovvero un’area con abitazioni e torre al centro, racchiusa da una cinta di mura merlate con torri angolari: perfetta fusione dei due elementi fondamentali della “torre recinto” e del “recinto turrito”.

La famiglia proprietaria del palazzo ebbe una lunga dinastia divisa in più rami; quello di Venezia dove nacque Papa Giovanni XIII (conosciuto anche come “Papa Rezzonico”) e quello di Como dove si formarono eccellenti figure di capitani, giureconsulti e letterati, fra i quali spicca il poeta dialettale Giovanni Rezzonico, che meriterebbe un maggiore e più attento approfondimento critico.

Lo specchio di lago antistante il castello fu, qualche secolo fa, teatro di numerose battaglie; in una di queste gli armigeri che erano a difesa della rocca vennero sconfitti da una masnada di briganti che si insediarono nella proprietà dei Della Torre e la fecero diventare la loro fortezza, da cui partire per effettuare scorrerie.

Sempre in zona lago, a Rezzonico, c’è un molo di evidente recente costruzione, perché il 1° aprile di alcuni anni fa l’antica struttura portuale si inabissò nel lago, destando negli abitanti grande sgomento, talmente grande che una signora, raggiunta telefonicamente da un suo conoscente il quale con voce concitata le raccontava dell’accaduto, stentava a crederci, arrabbiandosi anche un pochino, ritenendosi vittima di un classico “pesce d’aprile”; ma, aperta la finestra, rimase senza fiato: il vecchio molo non c’era più...

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.