Malgrado l’acclarata tirchieria degli “avi” liguri, i lagliesi sono sempre stati generosi e chi aveva di più dava sempre qualcosa a chi aveva di meno.

Cronache raccontano di legati o lasciti che sono stati eseguiti di generazione in generazione per anni e anni e a tal proposito è d’uopo menzionarne uno molto particolare, dove la donatrice è nientemeno che la Regina Teodolinda.

Nei documenti - in cui appare come “Legato del Venerdì Santo” – si accenna alle modalità d’elargizione: “Alla mattina del Venerdì Santo, coloro che passavano sulla pubblica via di Laglio, nello spazio di un’ora di tempo dalla levata del sole, e purché non fossero abitanti di Laglio o Carate, ricevevano circa sei etti di pane. Scaduta l’ora, ciò che restava della donazione veniva distribuito ai residenti”.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.