Ci si arriva comodamente, attraverso unsentiero non difficoltoso, lungo il percorsodella Via Crucis (illustrata da formelleartistiche della Scuola d’Arte di Cabiate)e, una volta giunti sul sagrato, la sensazionedi essere proiettati al centro dellabellezza cosmica è unica.

Si racconta che sullo stesso percorso il Beato Bernardino Caimi (1420-1500 ca.), francescano osservante, al ritorno dalla Terra Santa, sognava di ricostruire su un Sacro Monte i luoghi della Passione del Signore, ma purtroppo ebbe a che fare con l’ostilità dei paesani che non gli concessero iterreni.

Deluso, se ne andò in quel di Varallo Sesia, dove nel 1481 riuscì a portare a termine l’agognata opera. Successivamente a Palanzo accadde una specie di “piaga biblica”: si seccarono tutti i salici, i cui rami servono a legare le viti, mettendo a grosso rischio le vigne.

Particolarmente toccante è la tradizione che la seconda domenica di ogni mese prevedeva una processione con S. Messa celebrata al Soldo. Durante la processione un confratello si cingeva i lombi con una corda, sul capo una corona piena di spine, sulle spalle una croce e al fianco il cireneo. Questa manifestazione sacra si concluse per un decreto censorio di Mons. Pagani l’8 luglio 1929.

La chiesa, le cui origini risalgono al XVI secolo, è dedicata alla Madonna Addolorata e a S. Giuseppe; quest’ultimo festeggiato con fuochi d’artificio e colpi d’obice la sera del 18 marzo.

Alla base della denominazione “Madonna del Soldo” ci sono tre diverse ipotesi. La spiegazione più plausibile è però quella che indica il luogo ove sorge il santuario come una sorta di “dogana”, un naturale crocevia tra i monti sovrastanti e le sponde del lago dove i commercianti sostavano per pagare dazi ed imposte. Da qui il collegamento al “soldo”.

Situato al centro del paese e degno di visita è il cinquecentesco torchio (1572) che giganteggia in un rustico di proprietà del Comune e che veniva usato per la spremitura di uve e olive. Attualmente il torchio viene attivato una volta l’anno in una festa popolare nel mese di ottobre.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.