Per gli abitanti di Nesso, quando si parla di Zelbio (in dialetto “Gelbi”) e paesi limitrofi (Veleso) vengono nominati come “muntagna de Ness”, pur essendo comuni autonomi. Che di paesi montani si tratti non c’è dubbio, ma è innegabile che questa generalizzazione un pochino di risentimento lo crea.

A Zelbio (812 mt. s.l.) ci si arriva con l’auto o con la corriera molto comodamente malgrado i continui tornanti, tipici di una carrozzabile di montagna che si inerpica appena dopo le prime case di Nesso.

Come tutti i nuclei abitativi posizionati a simili altitudini, anche questo paesino con un modesto numero di residenti d’inverno patisce un po’ l’isolamento, ma d’estate si ripopola di villeggianti e da cinque anni la Biblioteca organizza incontri culturali di altissimo livello con nomi prestigiosi del panorama intellettualeuniversale.

Tra i frequentatori di questa tranquilla località, ai tempi della guerra fredda tra U.S.A. e U.R.S.S. vi fu anche un personaggio inquietante, Mr. Angleton, importantepedina di controspionaggio Americano.

Nel 1600 la comunità zelbiese venne colpita dalla peste. In ricordo di tale pestilenza, qualche secolo fa venne tracciato un circuito pedestre attorno al centro abitato, chiamato “Giro della Terra”, che i fedeli compiono in ginocchio ogni anno al 2 di febbraio, fino a giungere davanti a un cippo che ricorda tutti i defunti di quegli anni terribili.

LA TUA TESTIMONIANZA »

Le vostre TEstimonianze
Al momento non ci sono Testimonianze.